Protocollo d’intesa tra il MIUR e la Banca d’Italia per la promozione dell’educazione finanziaria nelle scuole

I giovani di oggi hanno senza alcun dubbio bisogno di una scuola migliore rispetto a quella attuale, di una scuola che permetta loro di ottenere le giuste competenze in diversi settori al fine di favorire un loro più semplice orientamento verso i percorsi di studio futuri e la possibilità di sostenere il loro talento personale, al fine anche di favorire un corretto inserimento nel mondo del lavoro. Per fortuna il Ministero dell’Istruzione si sta muovendo al riguardo, con iniziative che consentiranno davvero di migliorare la scuola, con iniziative che permetteranno di garantire ai giovani un futuro migliore. Tra queste, il protocollo d’intesa che è stato siglato proprio in questi giorni tra il Ministero dell’Istruzione e la Banca d’Italia.

Il protocollo d’intesa tra MIUR e Banca d’Italia

Il protocollo d’intesa prevede che MIUR e Banca d’Italia promuovano insieme delle attività formative dedicate all’educazione economica e finanziaria. L’obiettivo è quello di offrire ai giovani, ma anche agli studenti adulti, la possibilità di scoprire quale sia il modo corretto di gestire le proprie risorse e di accrescere le competenze economiche. Non solo, queste attività sono volte anche ad insegnare agli studenti il valore della sostenibilità in ambito economico, un valore che spesso viene sottovalutato e che è invece importante per il nostro futuro. Gli studenti avranno poi modo di scoprire anche cosa sia la cittadinanza economica e sociale e quali soluzioni sia possibile mettere in atto per favorire l’inclusione di tutti coloro che dal punto di vista finanziario possono essere considerati come soggetti deboli. Non si tratta quindi solo di un’educazione alla finanza, ma di attività formative che si spera possano favorire la crescita di un senso di responsabilità nei confronti degli altri, nei confronti della comunità stessa in cui si vive.

Non solo, gli studenti avranno anche la possibilità di scoprire come la Banca d’Italia si muove e quale sia il suo funzionamento e potranno entrare in contatto con le realtà del territorio che sono pronte a scovare nuovi talenti da inserire nel loro organico. Impareranno quindi quali siano attualmente le opportunità lavorative disponibile e potranno così intraprendere un percorso formativo post scuola con una maggiore consapevolezza.

Durata e iniziative previste dal protocollo

Il protocollo d’intesa tra MIUR e Banca d’Italia avrà una durata triennale. Ecco più nello specifico le iniziative che sono previste in questo triennio:

  • Iniziative dedicate al funzionamento della Banca centrale e agli obiettivi che da sempre cerca di raggiungere.
  • Attività da inserire nei percorsi formativi dedicati alle competenze trasversali e all’orientamento degli studenti.
  • Attività di orientamento progettate appositamente per le scuole secondarie di I grado che verteranno sulla formazione in ambito finanziario e sulle prospettive occupazionali di questo settore.
  • Attività di orientamento per le scuole secondarie di II grado che prenderanno in considerazione le offerte disponibili sul territorio.

Be the first to comment on "Protocollo d’intesa tra il MIUR e la Banca d’Italia per la promozione dell’educazione finanziaria nelle scuole"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*