OKR: objectives e key results per gestire al meglio l’azienda, anche e soprattutto in smartworking

Alessandro Raguseo, CEO R-Everse

Il 23 febbraio 2021 si è tenuto un webinar dedicata agli OKR, organizzato in collaborazione con Edizioni Este, dal titolo “OKR: simulazione pratica di implementazione in azienda della metodologia Objective & Key Results”, ultimo di una serie di webinar dedicati a questo stesso argomento. Si tratta di un argomento estremamente interessante oggi come oggi, dato che permette di capire quali siano i vantaggi di questo nuovo sistema di gestione aziendale al fine di riuscire a portare avanti lo smart working al meglio. 

Il webinar di Alessandro Raguseo, CEO della società R-Everse

Alessandro Raguseo è CEO della società specializzata in head hunting R-Everse e ha avuto modo di spiegare durante il suo webinar come in ogni azienda sia necessario attuare una condivisione dei compiti e degli obiettivi che si desidera raggiungere. Questa condivisione permette di far sì che tutti i dipendenti e i collaboratori possano partecipare in modo attivo al raggiungimento degli obiettivi, sentendosi parte integrante dell’azienda stessa, artefici del suo successo. Si tratta di un modo di lavorare che lascia anche dipendenti e collaboratori padroni del loro tempo, della loro quotidianità. 

Proprio per questo motivo questo nuovo modo di lavorare è da considerarsi come una valida soluzione per lo smartworking. Lo smartworking ha da sempre creato problemi nella gestione dei dipendenti, perchè lavorano da remoto, perchè devono avere una forte autonomia. Con questo nuovo modo di lavorare questi problemi invece non sussistono più e la gestione aziendale risulta semplice. 

Diamo adesso un nome a quello che sino a questo momento abbiamo chiamato solo un nuovo modo di lavorare. Si tratta degli OKR, acronimo di objectives e key results, una metodologia di management che quindi si sviluppa su due diversi livelli. Quando si parla di objective si intende un obiettivo elevatissimo, ambizioso. I key results invece sono dei risultati che permettono di avvicinarsi sempre più ad un objective. Attenzione, permettono di avvicinarsi, ma quasi mai di raggiungerlo pienamente. Come detto, si tratta di obiettivi elevatissimi e ambiziosi che devono solo spronare, per far sì che non ci si senta mai arrivati ma sempre comunque in crescita, sempre comunque sulla cresta dell’onda. L’ottenimento di un 70-80% è da considerarsi eccellente. I key results invece devono essere raggiunti al 100%. Proprio per questo motivo devono essere realistici. 

Ovviamente i key results devono essere conosciuti da tutti e ci deve essere la massima trasparenza e collaborazione, in modo che chi sta ai piani alti abbia sempre una visione globale dell’andamento del progetto e possa intervenire nel caso in cui qualcosa vada storto. Ecco che la gestione quindi del personale diventa semplice, anche se si lavora in smartworking!

Perchè trovare soluzioni per lo smartworking è oggi così importante?

Viene naturale porsi questa domanda, ma la risposta risulta piuttosto ovvia. Lo smartworking è ormai diventato una realtà in Italia così come nel resto del mondo, ma si è diffuso in modo capillare nel corso dell’ultimo anno da quanto l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha costretto ogni azienda a riformulare le modalità di lavoro dei suoi dipendenti e collaboratori. La scelta era obbligata, o si iniziava a pensare ad un nuovo modo di lavorare o era necessario chiudere i battenti per chissà quanto tempo. È nessuna azienda può permettersi di chiudere, pena il rischio di raggiungere il fallimento ovviamente. 

Ma, dirà qualcuno, adesso che è iniziata la campagna di vaccinazione, forse non è il caso di considerare lo smartworking poi così importante. Ad un certo punto la curva dei conteggi migliorerà, proprio perchè moltissime persone si saranno sottoposte al vaccino, e la vita tornerà piano piano verso la normalità. In realtà la situazione è ben diversa. Prima di tutto ci vorrà ancora molto tempo, nonostante i vaccini, perchè si arrivi ad una immunità di gregge tale da farci tornare a quella che siamo abituati a chiamare normalità. In secondo luogo molte aziende e molti lavoratori hanno capito quanto in realtà lo smartworking possono essere vantaggioso. È quindi possibile che anche quando la pandemia finirà, innumerevoli lavorativi continuino a lavorare da remoto. 

Ecco spiegato il motivo per cui trovare nuove soluzioni per la gestione aziendale importante, anzi fondamentale. 

Be the first to comment on "OKR: objectives e key results per gestire al meglio l’azienda, anche e soprattutto in smartworking"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*