Indagine TWT sui cambiamenti tecnologici: il 52% delle aziende italiane è pronto ad incrementare gli investimenti nel digitale

TWT è una società specializzata nel settore delle telecomunicazioni, operante dal 1995. Di recente ha deciso di dare il via ad un’indagine sulle medie e grandi aziende italiane, con l’obiettivo di comprendere come queste realtà stiano affrontando il cambiamento tecnologico e la digitalizzazione e quali siano gli scenari che possiamo aspettarci per il futuro. L’indagine è stata condotta con la collaborazione dell’istituto di ricerche demoscopiche Eumetra MR. Stando ai dati che è stato possibile raccogliere il 52% delle realtà italiane prevede di incrementare gli investimenti nel digitale e nei servizi in cloud nel corso dei prossimi anni. Sembra davvero che la rivoluzione digitale che stavamo aspettando sia ormai alle porte. 

Aziende italiane pronte ad innovarsi e ad accelerare la corsa verso il digitale 

Attualmente i servizi in cloud sono utilizzati dal 41% delle aziende italiane. Stando ai dati raccolti, sembra che le aziende che ancora non hanno scelto questa strada siano in procinto di farlo. Il 52% delle aziende campione che hanno partecipato alla ricerca ha infatti affermato di voler adatto il cloud in futuro. Questo perché il cloud è semplice da utilizzare, cosa questa che è stata sottolineata niente meno che dal 77% delle aziende. Non solo, il cloud infatti permette di ottenere sicurezza, come indicato dal 69% delle aziende campione. 

I dati raccontano che il 33% delle aziende ha scelto di utilizzare dei sistemi che possano tutelare la privacy dei loro utenti. Il 28% invece ha scelto il cloud per i sistemi di backup dei dati. Il 53% delle aziende ha affermato di voler utilizzare il cloud in futuro per l’archiviazione dei documenti aziendali e per il loro salvataggio. Il 40% ha affermato di essere pronta a salvare in cloud  le informazioni aziendali oppure ad adottare sistemi per condividere e produrre documenti. 

Aziende italiane pronte ad innovarsi anche per favorire lo smart working 

Molte aziende hanno spiegato che gli strumenti in cloud stanno diventando per loro indispensabili a causa dello smart working. Lo smart working era sino a qualche tempo fa poco diffuso. Da quando ha preso il via l’emergenza sanitaria da Covid-19 molte aziende si sono trovate costrette a scegliere questa strada, pena il rischio di dover chiudere i battenti, pena il rischio di dover fermare ogni loro attività. Far scendere in campo lo smart working non è stato semplice all’inizio, ma con il passare dei mesi i vantaggi si sono resi evidenti. 

A quanto pare oggi, a seguito della pandemia, il 76% delle aziende lavora almeno in parte in smartworking. Considerando che per circa il 65% delle aziende lo smart working ha favorito un aumento della produttività, è ovvio che molte aziende siano pronte a continuare a lavorare con questa modalità anche in futuro. È però necessario investire nel digitale e in strumenti tecnologici avanzati per riuscire nell’impresa senza alcuna difficoltà. Secondo il 76% delle aziende sarà necessario ottenere degli aiuti e degli incentivi ad hoc, ma si tratta di investimenti che sarà comunque necessario far scendere in campo. 

La posizione di TWT

Alessandra Sponchiado, General Manager di TWT, si è detta felice di sentire che le soluzioni in cloud saranno adottate in modo sempre più intenso in futuro dalle aziende italiane. TWT continuerà quindi a sviluppare tecnologie sempre più accessibili e sempre più user friendly, ovviamente avanzate dal punto di vista tecnologico, proprio per favorire questo cambiamento tecnologico che le aziende hanno scelto di mettere in atto. Continuerà quindi ad essere un partner d’eccellenza nella digital transformation.

Be the first to comment on "Indagine TWT sui cambiamenti tecnologici: il 52% delle aziende italiane è pronto ad incrementare gli investimenti nel digitale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*