Formazione in azienda: questa è l’era del re-skilling digitale

La formazione in azienda è da sempre considerata un elemento importante per la crescita e lo sviluppo. Si è modificata molto nel corso del tempo. Fino ad un paio di decenni fa le aziende infatti si affidavano alla formazione di stampo tradizionale, in aula. Oggi non è più così. Oggi la maggior parte delle aziende sceglie la formazione digitale e interattiva, meglio se disponibile on demand e fruibile anche da device mobile.

È normale che sia così. Questo tipo di formazione risponde in modo eccellente alle esigenze delle aziende odierne, sempre più tecnologiche e sempre più digitalizzate, una formazione che è essa stessa parte della rivoluzione digitale che le aziende stanno mettendo in atto. Non solo, con la formazione digitale le aziende possono rispondere in modo tempestivo alle loro esigenze, esigenze che possono modificarsi in modo repentino, esigenze che è bene anche riuscire a prevenire.

Quanto sia importante rinnovarsi, modificare il proprio modo di lavorare, rinnovarsi in base alle esigenze che possono sorgere da un giorno all’altro, ce lo ha dimostrato in modo particolarmente intenso la pandemia da Covid 19. Non è certo un caso se infatti la rivoluzione digitale è diventata sempre più veloce proprio a partire dall’avvio della pandemia e se la formazione digitale ha preso sempre più piede.

Formazione digitale: definizione e caratteristiche

Quando parliamo di formazione digitale molte persone pensano alla mera formazione a distanza, ad una formazione insomma che sfrutta le nuove tecnologie per sopperire alla distanza che c’è tra il docente e i dipendenti di un’azienda. Non si tratta di certo soltanto di questo. La formazione digitale a cui stiamo facendo riferimento è ben altro. È un tipo di formazione mirata che ha come compito quello di rendere l’apprendimento più semplice e veloce dato che gli utenti diventano parte attiva della formazione. È una formazione che non ha mai come scopo la mera teoria, ma che permette di accedere ad una pratica efficace, tramite approcci immersivi e gamification. Le nuove tecnologie insomma vengono utilizzate a 360 gradi, per garantire una formazione che sa davvero operare il re-skilling del personale, che sa preparare ogni dipendente alle sfide che il mercato odierno ogni giorno fa scendere in campo.

Formazione digitale: quali skills devono permettere di assumere?

Viene naturale chiedersi quali siano le skills, le competenze, che la formazione digitale deve offrire oggi come oggi. Dipende dal settore operativo dell’azienda, ma sono ovviamente tutte le competenze relative al digitale, alla robotica, alle nuove tecnologie, alla cyber sicurezza quelle in assoluto migliori. Formazione digitale per la digitalizzazione insomma, un gioco di parole che rende però bene l’idea. Sono anche altre le competenze che il mercato del lavoro odierno richiede e che una valida formazione digitale può garantire. Stiamo facendo riferimento alle competenze trasversali, che non sono quindi specifiche di un ben preciso settore lavorativo, ma anzi generiche. Sono competenze utili perché stimolano la personalità e la creatività dei lavoratori e li rendono efficienti, proattivi, pronti a migliorare le loro perfomance in modo davvero molto intenso.

Si ha in questo modo la possibilità di investire davvero sulle persone. Investendo sulle persone, ecco che i lavoratori iniziano a sentirsi davvero parte dell’azienda, valorizzati al meglio. Lavoratori che provano sensazioni di questo genere, sono pronti a restare fedeli alla realtà per cui lavorano e desiderano farla crescere. Sono quindi pronti a lavorare di più e meglio, per uno sviluppo che può in questo modo raggiungere obiettivi sino a quel momento impensabili.

Be the first to comment on "Formazione in azienda: questa è l’era del re-skilling digitale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*