Aziende e startup stanno iniziando a collaborare, ma c’è ancora molta strada da percorrere

Le start up in Italia, così come in ogni altro paese europeo, stanno aumentando sempre più. Affinché sia possibile una loro crescita. È fondamentale che le start up e le aziende di più grandi dimensioni e affermate collaborino tra loro. Secondo un’indagine condotta da McKinsey sembra che finalmente aziende e start up abbiano iniziato a collaborare in modo sempre più intenso. Nonostante le collaborazioni siano in netta crescita rispetto al passato, sono ancora poco numerose e spesso anche poco soddisfacenti. Cerchiamo di fare insieme un po’ di chiarezza sulla situazione attuale.

Collaborazione tra start up e aziende, perché è importante

Le start up hanno bisogno delle aziende di più grandi dimensioni per crescere e svilupparsi. Ne hanno bisogno perché da sole non possono di certo riuscire ad emergere, anche in considerazione del fatto che il mercato odierno è sin troppo frammentato. Non solo, ne hanno bisogno perché i finanziamenti purtroppo scarseggiano e senza soldi non è certo possibile svilupparsi al meglio.

Ma perché anche per le aziende le start up sono importanti? Perché possono migliorare alcuni aspetti specifici della loro attività optando per una piccola realtà fortemente specializzata, senza che vi sia bisogno di formazione, senza che vi sia bisogno di far scendere in gioco le proprie energie. Perché le start up permettono ad un’azienda di diventare più innovativa, più tecnologica, più moderna, così da poter mettere in atto senza grandi difficoltà quella rivoluzione digitale a cui tutti oggi puntano. Non solo, le aziende possono anche scoprire nuovi modi di fare business e aprirsi a nuovi mercati, così da accelerare ancora di più la corsa verso il successo. Senza dimenticare infine che un’azienda che sceglie di collaborare con una start up ha anche un ritorno d’immagine positivo. Si tratta quindi a tutti gli effetti anche di un validissimo strumento di marketing.

La collaborazione tra start up e aziende è importante quindi perché entrambe le parti in gioco possono crescere, un rapporto bidirezionale che ha infine quindi anche risvolti positivi sull’economia nella sua interezza.

Collaborazione tra start up e aziende, c’è ancora molta strada da fare

Le start up sono più che consapevoli di avere bisogno delle aziende per poter arrivare al successo. Anche le aziende di oggi sono consapevoli che solo le start up possono aiutarle a diventare più innovative, digitali, moderne e ad aprirsi a nuovi modelli di business. Ed effettivamente le aziende di oggi ammettono di andare alla ricerca costante di collaborazioni con start up. Nonostante questa ricerca, le collaborazioni che vengono effettivamente accese non sono ancora in numero adeguato. Secondo l’indagine McKinsey solo il 41% delle start up ha una collaborazione attiva con più di due aziende. Il 35% delle start up non ha invece alcuna collaborazione all’attivo. L’80% delle start up ha ammesso di essere soddisfatta delle collaborazioni che ha avuto modo di attivare nel corso del tempo. La speranza quindi è che queste collaborazioni possano crescere in numero e anche in qualità e che sia possibile così raggiungere per tutti gli obiettivi prefissati.

Be the first to comment on "Aziende e startup stanno iniziando a collaborare, ma c’è ancora molta strada da percorrere"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*